Insegnante senza Pensieri

La soluzione assicurativa per qualunque contenzioso

Insegnante: la tutela per garantirti nel tuo lavoro

La polizza che sostiene e tutela:

Insegnanti/docenti

• Dirigenti Scolastici (Presidi)

• Dirigenti Amministrativi

Una soluzione assicurativa che permetterà agli insegnanti e non solo, di lavorare al meglio e senza pensieri.

Qualunque contenzioso amministrativo, penale e civile sarà coperto dalla tutela legale che vi proponiamo.

In questo momento così delicato per la scuola e tutti i suoi attori, si rende ancor più delicato il compito dell’insegnante che, oltre ad affrontare le quotidiane sfide educative dovranno anche vigilare sul rispetto delle normative per il contenimento del Covid-19.

Quale tipologia di processo è a carico dell’insegnante?

L’insegnante è tenuto a vigilare sugli studenti, ma nonostante ciò può capitare, per dolo o negligenza che un ragazzo si faccia male o che procuri danni ai compagni. In questo caso l’insegnante sarà chiamato a rispondere dei danni.

Qualora sia il ragazzo ad accusare un docente di abuso dei mezzi di correzione? Si tratta di un reato penale. Basta trattenere uno studente per un braccio per essere passibile di denuncia. Docenti offesi o aggrediti da colleghi, genitori o dirigenti: anche in questo caso il docente avvierà, nei casi più gravi, denuncia, querela e una richiesta di risarcimento danni.

Quindi i docenti sono esposti a procedimenti penali, civili e amministrativi.

Quali sono le responsabilità dell’insegnante?

I docenti sono chiamati a rispondere

  • nei confronti degli alunni e, anche dei maggiorenni
  • per danni provocati all’alunno o dall’alunno
  • hanno l’obbligo di sorveglianza
  • Infortunio a scuola
  • Vigilanza durante i viaggi di istruzione o visite guidate e uscite didattiche

Se è vero che, ai sensi dell’articolo 61 della legge 312/80 stabilisce che:

“la responsabilità patrimoniale del personale direttivo, docente, educativo e non docente della scuola materna, elementare, secondaria ed artistica dello Stato e delle istituzioni educative statali per danni arrecati direttamente all’amministrazione in connessione a comportamenti degli alunni è limitata ai soli casi di dolo o colpa grave nell’esercizio della vigilanza.”

Anche se va dimostrato, quindi il docente si dovrà, in tutti i casi, difendere.


Invia
1
Scrivi qui
Avvia da qui una conversazione su WhatsApp :)