Cyber Risk: un rischio sottovalutato

Il Cyber Risk è un rischio concreto. In un contesto tecnologico che cambia di continuo e a causa del protrarsi della pandemia, che ha accelerato i processi di digitalizzazione delle attività, è divenuta ormai di fondamentale importanza la prevenzione dei rischi in ambito tecnologico.

Per far fronte ai rischi informatici è necessario adeguare i sistemi aziendali e conoscerne i rischi al fine di prevenirli e fronteggiarli al meglio.

Solitamente, quando si parla di sicurezza informatica si fa riferimento ad interventi di carattere tecnico come l’installazione di antivirus, anti malware o firewall. Sistemi di prevenzione che sicuramente aiutano ma non risolvono il problema. Gli Hacker sono sempre più abili ad insinuarsi nelle falle di sistema e ad introdursi all’interno dei sistemi aziendali e privati.

Bisogna cominciare invece a pensare processi di governance del rischio in grado di far fronte a qualsiasi eventualità. Determinare quali siano le migliori strategie per mitigare il rischio è indispensabile per avere il controllo sulle conseguenze dei possibili attacchi.

In un processo di Risk management (gestione del rischio) non può non prendere parte anche la componente assicurativa per ciò che riguarda i rischi informatici. Identificare, analizzare, quantificare, eliminare e monitorare i rischi legati ad eventuali cyber attack significa poter far fronte ad interruzioni di attività, alle problematiche relative al ripristino dei dati, ai costi che questo potrebbe comportare.

Le assicurazioni si stanno strutturando proprio per offrire agli assicurati la possibilità di gestire e contenere i danni causati dagli attacchi informatici e aiutare le aziende a far fronte alle conseguenze nel breve e nel medio periodo.

Ma quali conseguenze ci possono essere?

Far fronte ai Cyber Risk include anche pensare all’errore umano, in buona fede. Più di 900 malware vengono attivati ogni ora e non va meglio con gli attacchi phishig che possono creare danni ingenti alle aziende. La sottrazione dei dati e le frodi informatiche vengono innescate spesso da comportamenti personali sbagliati. Il mancato rispetto o l’assenza di regole e procedure interne può generare danni enormi per le attività. Di certo l’errore umano è solo una delle possibili cause di intrusione nei sistemi da parte di criminali informatici. In un contesto in cui il tempo di lavoro e della vita privata sono sempre meno definitivi e i device utilizzati (pc, smartphone) sono sempre più diffusi e fruiti sia per la vita privata che per lavoro, è sempre più semplice essere esposti alle minacce informatiche.

Ripristinare i sistemi dopo un attacco, significa dover recuperare i data base, impiegare tecnici per tale scopo e, in alcuni casi, questo comporta anche interruzioni di lavoro per le attività. Un blocco vero e proprio. E quando non si hanno backup aggiornati dei dati? Le conseguenze possono essere ancora più gravi.

Anche per quanto riguarda le violazioni dei dati ci si può trovare di fronte a scenari ben più gravi, dal punto di vista delle conseguenze. Perdita dei dati, responsabilità nei confronti dei terzi, richieste di risarcimento danni, divulgazione di dati sensibili, ad esempio, senza dimenticare le sanzioni stabilite dal GDPR.

Quali impatti sulle attività?

Gli impatti sull’attività possono essere rilevanti e comportare:

un aggravio dei costi, si pensi all’impossibilità di proseguire con l’attività, alle penali per il mancato rispetto dei contratti di servizio , al danneggiamento dei sistemi, ai costi per il ripristino da parte dei tecnici;

 riduzione delle entrate, come ad esempio il blocco delle vendite e l’interruzione dei servizi forniti, la perdita di opportunità di business e il danno reputazionale che ne potrebbe conseguire

 investigazioni interne o da parte delle autorità

Come può intervenire l’assicurazione per il Cyber Risk

Cedere il rischio alle compagnie assicurative significa avere la possibilità di essere tutelati dalle perdite economiche, ricevendo indennità per costi e danni.

L’importante è scegliere in base alle proprie esigenze la polizza assicurativa Cyber Risk che maggiormente possa tutelare l’attività.

Le coperture sono differenti in base alle necessità si può optare per una soluzione assicurativa che fornisca supporto tecnico in caso di attacco o per una di carattere indennitario. Optare per la migliore soluzione Cyber Risk significa valutare al meglio le risorse aziendali e scegliere tra le due tipologie. La scelta ricadrà sull’una o sull’altra in base alla struttura dell’attività e sulla possibilità di avere tecnici di riferimento in grado di far fronte ad un attacco informatico o meno.

Entrambe le formule puntano a tutelare l’attività anche da eventuali danni a terzi, compresi quelli per i dipendenti che potrebbero chiedere un risarcimento a fronte di una perdita dei dati.

Scopri di più sulla tutela assicurativa Cyber Risk, valuta subito la vulnerabilità della tua attività online.



Invia
1
Scrivi qui
Avvia da qui una conversazione su WhatsApp :)